Home Page  
  zona catalogo acquisti eventi librerie distribuzione

musica
narrativa
spettacolo
poesia
saggi
formazione
guide & turismo
solidarietÓ
catalogo per autori
acquista i nostri libri online su Internet Bookshop Italia
cerca la libreria pi¨ vicina a casa tua
vuoi ricevere i libri a casa tua, senza spese postali?
crediti e contatti
ufficio stampa
news
'O BOX comunicazione & servizi X musica & cultura
 
il libro / narrativa  
TUTTI BRAVI RAGAZZI. Il sequestro Moro e sette testimoni involontari, di Laura De Lucai

TUTTI BRAVI RAGAZZI
Il sequestro Moro e sette testimoni involontari
di Laura De Luca

ZONA 2003
Libro pp.160 + cd audiofilm EURO 18,50
ISBN 88 87578 66 4

 
Nel libro Laura De Luca - radiogiornalista e scrittrice - racconta i dolorosi cinquantacinque giorni del sequestro di Aldo Moro attraverso le esperienze quotidiane di sette "testimoni involontari", la cui vita è scandita - o addirittura sconvolta - dall'incalzare delle drammatiche fasi della vicenda. Come nel caso della studentessa universitaria che abita nei paraggi di via Fani a Roma, e che la mattina del 16 marzo 1978 è testimone "acustica" del rapimento. Porterà per anni, nell'orecchio destro, i segni di quella tragedia - l'impronta sonora di una scarica di mitra, l'urlo di una donna, i primi notiziari alla radio... - insieme alla paura del rumore e di non riuscire più ad ascoltare musica. Allegato al libro - eccezionalmente il CD con l'audiofilm originale Tutti bravi ragazzi, per la regia della stessa De Luca, ricco di reperti sonori originali gentilmente concessi dalla Discoteca di Stato.

Gli altri protagonisti del racconto sono Bellicapelli, giovane gruppettaro di estrema sinistra, che ha perso da poco l’amico più caro, il suo cane; Erremoscia, enfant prodige prossimo alla licenza media, che colleziona articoli di giornale; CuorediSbirro, cronista di razza che ha girato mezzo mondo; il Lungo, liceale della Roma bene alle prese con le prime esperienze sentimentali; Riccetta, otto anni, figlia di un tipografo; Piccolino, un bimbo di soli due anni e mezzo (coetaneo del nipotino che Moro non potrà più abbracciare), che ha il babbo musicista e una precoce passione per la chitarra. Tutti bravi ragazzi, sui quali gli eventi lasceranno una traccia che non si cancella.

Incalzante è il ritmo della narrazione. Frammenti di vita e brani di documenti dell'epoca - i lanci d'agenzia, gli articoli dei quotidiani, le voci dei cronisti alla radio, le lettere del prigioniero, i volantini dei brigatisti... - s'intrecciano in un dialogo senza soluzione di continuità tra la storia dello statista democristiano, la storia nazionale e le piccole storie ordinarie di ciascuno, in una partitura veloce e appassionante, con continui cambi di scena e ambientazione.
Da via Fani (luogo del rapimento) a via Caetani (dove fu ritrovato, nella Renault rossa, il corpo senza vita di Moro), l'autrice ci accompagna, con i suoi personaggi, in una Roma attonita e impaurita, stretta nella morsa dei controlli, come sospesa nell'attesa febbrile di un sollievo che purtroppo non verrà. Dopo un quarto esatto di secolo, le storie di Tutti bravi ragazzi si ritrovano in un punto inatteso del presente: nel finale, rincontriamo (e riconosciamo) i protagonisti di questo lungo e intenso racconto, alcuni cresciuti, altri invecchiati, intatti nelle passioni, nell'impegno, fedeli alle proprie vocazioni, ancora oggi "testimoni" (non più involontari) di una vicenda che come nessun'altra ha segnato la vita della nostra Repubblica.
La struttura narrativa del libro per molti aspetti si riflette e si completa nell'audiofilm Tutti bravi ragazzi, nel CD allegato al volume. La lunga esperienza di sceneggiatrice radiofonica di Laura De Luca "traduce" in vere e proprie immagini sonore le emozioni e i traumi del caso Moro, restituendoci - anche grazie alla preziosa collaborazione della Discoteca di Stato (che ha sede a Roma, proprio in via Caetani) - i reperti audio originali di quei giorni, con un contributo dagli archivi di Radio Radicale.
Un mix stringente e struggente: la prima radiocronaca da via Fani, le voci di Cesare Palandri (il primo a dare notizia del rapimento) e Franco Bucarelli (che ha curato la documentazione giornalistica per Tutti bravi ragazzi) del Giornale Radio Rai, i commenti e le dichiarazioni di Andreotti, Fanfani, Ingrao, Zaccagnini, Cossiga, gli appelli di Paolo VI e del segretario generale dell'ONU Kurt Waldheim, il brigatista Valerio Morucci che preannuncia al telefono del professor Tritto il ritrovamento della salma...
Gli attori Raffaella Castelli, Gaetano Lizzio, Gino Manfredi e Stefano Onofri sono le altre voci del dramma, quelle dei brigatisti, con Norman Mozzato nel ruolo di Aldo Moro: ci riportano indietro di venticinque anni, a quella primavera del 1978, e ce ne riconsegnano il clima, lo sgomento. A legare il tutto, la colonna sonora originale degli Echoesthree (Walter Centofante, Cristian Lentini, Orlando Orlandi) Il corpo della discolpa, brano originale composto ed eseguito da tre musicisti che, all'epoca dei fatti, erano soltanto dei bambini...

l'incipit del libro
La ragazza pesta sui tasti di una Olivetti Lettera 46. A sedici mesi dalla laurea, mancano otto esami e una tesina sugli scritti politici di Kant. La Olivetti è rumorosa e pesante, odora di binario, lei va avanti come un treno, è certa che la filosofia la porterà lontano, perché il libero pensiero cambierà il mondo.
È una mattina di marzo, luminosa, siamo a Roma, la stanza affaccia su via della Camilluccia, sul versante ovest della collina di Monte Mario; fino a quindici anni fa qui sotto pascolavano greggi di pecore, lei ancora risente i belati, i campanacci, i richiami del pastore. "Lo stato di pace tra uomini assieme conviventi non è affatto uno stato di natura. Questo è piuttosto uno stato di guerra...", Immanuel Kant, Per la pace perpetua, pagina 113, punto.
All'improvviso, un rumore insolito dall'esterno la fa sobbalzare. Sembra un martello pneumatico, o un guasto all'elevatore di un camion della nettezza urbana. Il rumore l'ha indotta a portarsi una mano all'orecchio destro; il gesto convulso ha provocato un errore di battitura, bisogna tornare indietro.
"...è piuttosto uno strrrato di guerra". xxx: s-t-a-t-o.

Nella stanza accanto c'è lo studio del padre, che fa il disegnatore. La matita gli è appena saltata sul foglio, un'idea gli è appena saltata alla mente.
- Che è successo?
Lo studio ha un affaccio più esterno, in direzione del vecchio Fosso dell'Acqua Traversa, proprio dove decenni prima si abbeveravano le greggi. L'uomo apre la porta del balcone, chiama la figlia. Escono entrambi, l'aria è tiepida, profumata di gaggìa, c'è un silenzio stranamente sospeso, come alla vigilia di un terremoto o di un'eruzione, nella testa di lei girano ancora quelle parole parruccone di due secoli fa, ma sotto il ricordo delle parole tuona ancora l'eco di quel rumore, una parola ben più esplicita, ben più chirurgica. Non era un martello pneumatico, ma non era neppure il camion della nettezza urbana. Che cos'era...? "Nel senso che, se anche non vi sono ostilità dichiarate, è però continua la minaccia che esse abbiano a prodursi...", stessa pagina di prima, 113, punto.
- Babbo, che è stato?
Una sgommata, poi passi di corsa, poi l'urlo di terrore di una donna:
- È morto. È mortooooooooooooooo...



© Tutti bravi ragazzi. Il sequestro Moro e sette testimoni involontari
di Laura De Luca - Libro (pagg. 160) + CD audiofilm
Editrice Zona - Euro 18,50 - ISBN 88 87578 60 3
Collana "900 storie. Tra reportage e narrazione",
diretta da Carlo D'Amicis

Documentazionegiornalistica: Franco Bucarelli
Consulenza storico-musicale: Marco Di Battista
Coordinamento e ricerche: Mara Miceli
Bibliografia e sitografia: Dario Busolini
Supervisione alla produzione audiofilm: Gian Berardino Carlucci
Colonna sonora originale: Il corpo della discolpa (Centofante, Lentini, Orlandi) composta ed eseguita dagli Echoesthree
- Walter Centofante (chitarra e tastiere)
- Cristian Lentini (basso ed effetti)
- Orlando Orlandi (batteria e campionatori)
con la partecipazione di Livia Ginepri al flauto traverso
Reperti sonori: Discoteca di Stato
(si ringrazia per la collaborazione Piero Cavallari)
con una registrazione audio dagli archivi di Radio Radicale
Testi e regia audiofilm: Laura De Luca
Una produzione lauradelucaANDfriends per Editrice Zona

 
 
assaggia il libro spiacente, il trailer
di questo libro non è disponibile
cerca la libreria più vicina a casa tua cerca la libreria più vicina a casa tua
aqcuista il libro online su Internet Bookshop Italia acquista il libro online su IBS
vai alla pagina degli acquisti per ricevere il libro a casa tua
vai alla pagina dell'ufficio stampa contatta l'ufficio stampa
 
l'autrice
 
Radiogiornalista, autrice radiofonica, scrittrice e disegnatrice, ha pubblicato numerosi saggi, romanzi, audiofilm illustrati e originali radiofonici. Il più recente è BeatleStravinskij (2003). Dal 2001, sul sito www.lauradelucaandfriends.it sperimenta, con professionisti e artisti diversi, nuove possibilità di espressione polimediale. Tra le ultime produzioni on line, Album dei diritti umani. info@lauredelucaandfriends.it  
presentazioni
news
scopri come fare il tuo libro
area riservata ai lettori di ZONA
area riservata agli autori di ZONA
come pubblicare un libro per ZONA
area riservata ai sigg. librai
area riservata ai sigg. docenti
area riservata ai sigg. giornalisti
richiedi la newsletter
scrivi una email
 
 

  Editrice ZONA di Piero Cademartori - P. IVA 00021220991 - C.F. CDM PRI 58A22 C621B
via dei Boschi, 244/4 - località Pieve al Toppo - 52040 Civitella in Val di Chiana (Arezzo)     
tel/fax 0575.411049 - mobile 338.7676020 - www.editricezona.it - info@editricezona.it