vai alla home page di ZONA
  zona catalogo acquisti eventi librerie distribuzione

musica
narrativa
spettacolo
poesia
saggi
formazione
guide & turismo
cerca la libreria più vicina a casa tua
crediti e contatti
ufficio stampa
 
il libro / narrativa  
ROMA E' COME ASMARA, racconti di Rossella Pompeo

ROMA E' COME ASMARA
racconti di Rossella Pompeo
con una prefazione di Plinio Perilli

ZONA 2009
pp. 166 - EURO 16
ISBN 978 88 6438 011 7
immagine di copertina
di Alessandro Busci

Sfoglia il trailer del libro >>>

 

Storie di donne raccontate da una donna, che ha incontrato le sue protagoniste sugli autobus, o per strada, girovagando con lo spirito curioso di una turista in una metropoli accogliente e nello stesso tempo complicata, dove chi è sola e straniera può perdersi, ma anche alla fine ritrovare se stessa in una nuova identità, quella di cittadina di Roma.

Roma è come Asmara, dell'esordiente Rossella Pompeo, è una raccolta di 22 racconti brevi, tutti al femminile, ambientati nella Città Eterna. Le protagoniste di alcune storie sono creazioni fantastiche, traduzioni in parole di un flusso incessante di pensieri. In altri casi si tratta di persone reali, come la donna che ha ispirato il titolo della raccolta, protagonista dell'omonimo racconto: un'anziana eritrea da molti anni immigrata a Roma, conosciuta dall'autrice sul vagone di un tram, in una giornata qualunque, una donna con la voglia non celata di raccontarsi, teneramente nostalgica del suo Paese lontano ma anche fiera di essere diventata nel tempo un po' romana e, quindi, un po' italiana, tanto da esibire come piccolo trofeo la sua tessera gratuita per i mezzi pubblici.

 

“Le storie nascono come anelli fra le dita. Quelli che servono ad imbellire o, semplicemente, a ricordarci chi siamo… Il filo che lega una storia all'altra è la disillusione nei confronti dell'esistenza”, scrive nella sua nota al testo Rossella Pompeo, lei stessa figlia adottiva di Roma, anche lei reduce di una difficile integrazione e tuttavia riconoscente a questa città, che l'ha ospitata nel suo grembo e fatta rinascere, come una seconda madre.
A volte ironica o struggente, sempre delicata, la prosa si alterna a versi poetici che scavano nel cuore delle donne raccontate. Scrive nella prefazione Plinio Perilli: “Rossella Pompeo ci parla da e di una Roma, un'Europa, un intero globo ingarbugliato e contaminato di presenze, di spostamenti, di dubbi così come di progetti. E dove l'unica vera soluzione è sempre quella di abituarsi, esercitarsi al problema, partorire, distillare, inoculare - omeopaticamente - un perfetto malessere quale miglior antidoto e controprova benefica di un altro terapeutico malessere”.
(Angela Camuso)


"Può succedere che un libro di esordio abbia in sé qualcosa di tanto specifico da non farlo sembrare tale. Roma è come Asmara, di Rossella Pompeo, è soprattutto questo. Leggendolo, infatti, si ascolta una voce riconoscibile che permette al dettato di proseguire sempre secondo un proprio stile, pagina dopo pagina, a prescindere da stereotipi o modelli letterari di ogni sorta, secondo un modo di essere che si palesa attraverso vissuti peculiari e intime lacerazioni che rimandano all'autentica esistenza dell'Autrice.
È lungo simile tensione narrativa che lo spostamento e la strada finiscono per essere la presenza di un divenire quotidiano dove gli uomini si guardano e si parlano senza però incontrarsi. Per molti aspetti l'opera rappresenta un denso contributo alla comprensione di questi nostri giorni, privi di un'identità precisa e a tratti perfino confusi per il troppo che li invade: da Our Garden Seat a La ragazza degli origami, passando per Amore al veleno e Villa Mercede, fino a Roma è come Asmara (che, non a caso, dà il titolo alla raccolta), a unire buona parte dei racconti è proprio l'invadenza progressiva del tessuto umano più eterogeneo, che di volta in volta si fa dato antropologico variegato di un altrettanto variegato contesto urbano.
Tuttavia è solo dai brani apparentemente meno costruiti e più immediati (Le mani antiche, Un uomo, una figlia e Ricordi di bimba) che si dirama la cifra distintiva di una silloge capace di offrire un esempio notevole di letteratura dell'esperienza, cioè di quella letteratura vera che non vuole (né saprebbe) prescindere dalla vita. Perseguendo uno scrivere in grado di trovare soltanto in se stesso significati e motivazioni, l'Autrice individua gli avvenimenti della memoria per affidarli alla coscienza di un profondo che protegge frazioni di luce interiore. Rossella Pompeo ha il privilegio, narrando, di recuperare eventi e persone, luoghi e circostanze del passato con quel prodigio che soltanto chi ha vissuto con forza e fino in fondo il proprio universo affettivo riesce ad avere. Dagli episodi di ogni singola trama affiora un dettaglio linguistico archetipico e particolarissimo, la fisionomia stessa di quanto viene scritto attraverso un'infanzia che prosegue a partire proprio dai protagonisti più importanti di un 'romanzo' destinato a lasciare il segno perché al di là di tutto resta comunque «fondamentale il modo in cui si trascorre il tempo da piccoli»".
(Francesco Lioce)

 

assaggia il libro assaggia il libro, sfoglia il trailer
cerca la libreria più vicina a casa tua cerca la libreria più vicina a casa tua
acquista il libro online su Internet Bookshop Italia acquista il libro online su IBS
vai alla pagina degli acquisti per ricevere il libro a casa tua
vai alla pagina dell'ufficio stampa contatta l'ufficio stampa
 
l'autrice
Rossella Pompeo, autrice di ROMA E' COME ASMARA Rossella Pompeo
(Anagni - Fr, 1974)

Vive e lavora a Roma. Ha pubblicato le sillogi Oltre il muro le cose (Manni) e Mite frastuono (Prospettiva). Sue poesie sono apparse in Lunario di poesia (Ed. del Giano, a cura di Antonio Veneziani), sulla rivista L'immaginazione e sull'antologia Poetica (Aletti). Collabora con Philosophema, bimestrale di filosofia. Ha sceneggiato e curato la regia del cortometraggio Le mani antiche, tratto dal suo omonimo racconto. Ha collaborato alla stesura e all'adattamento di diverse sceneggiature cinematografiche: tra queste, quella del film A Farewell to Fools, del regista Bogdan Dumistrescu-Dreyer, con Harvey Keitel e Gérard Depardieu.

 
 
scopri come fare il tuo libro
area riservata ai lettori di ZONA
area riservata agli autori di ZONA
come pubblicare un libro per ZONA
area riservata ai sigg. librai
area riservata ai sigg. docenti
area riservata ai sigg. giornalisti
richiedi la newsletter
scrivi una email
 
  Editrice ZONA sas
via Massimo D'Azeglio 1/15 - 16149 Genova
tel 338.7676020 - email info@editricezona.it
www.editricezona.it - www.zonacontemporanea.it
www.zonamusicbooks.it -www.guidaallabuonaspesa.it
www.failtuolibro.it

ATTENZIONE Dal 1 gennaio 2018 la sede di ZONA è all'indirizzo qui indicato, mentre su molte pagine del sito appaiono ancora vecchi recapiti. Ci scusiamo dell'eventuale disagio, provvederemo quanto prima all'aggiornamento del sito in ogni sua parte. Grazie. Per altre informazioni, vai alla pagina dei crediti