Home Page  
  zona catalogo acquisti eventi librerie distribuzione

musica
narrativa
spettacolo
poesia
saggi
formazione
guide & turismo
solidarietÓ
catalogo per autori
acquista i nostri libri online su Internet Bookshop Italia
cerca la libreria pi¨ vicina a casa tua
vuoi ricevere i libri a casa tua, senza spese postali?
crediti e contatti
ufficio stampa
news
'O BOX comunicazione & servizi X musica & cultura
 
il libro / poesia  
LINEE, di Florinda Fusco

LINEE
di Florinda Fusco


ZONA 2001
pp.32 - EURO 3,10
ISBN 88 87578 33 8


Collana Azione poetica
diretta da Marco Berisso


 
"Come chiaramente enunciato sin dal frontespizio, quelle qui raccolte dalla Fusco sono ‘linee’, non “versi”, o “poesie” (anche se la titolazione proposta vuole ovviamente offrirsi come vicaria rispetto a tali alternative). Una ‘linea’ è qualcosa d’altro (non “di meno”, anche se è fuor di dubbio il tono ‘in minore’) rispetto a un verso. Ma in cosa consiste questa differenza? O, detto altrimenti, e forse un po’ meglio: cosa caratterizza una ‘linea’ della Fusco e ne determina la sua stessa leggibilità? Direi, tanto per esprimermi con una formula, la coincidenza e quasi la sovrapposizione, tra la ‘portata’ del suo sviluppo sulla pagina (proprio nel senso della quantità di materiali verbali, di immagini ecc. che ogni ‘linea’ trasporta al proprio interno) e la sua necessità ritmica. La prosodia, insomma, è una categoria di analisi che con le ‘linee’ funziona poco: si noti, in questo senso, la mancanza quasi assoluta dell’enjambement, ovvero della figura ritmica che più di ogni altra denuncia la collisione tra istanze prosodiche e istanze sintattiche. Per contro, risultano amplificati tutti quei segnali (linee bianche, spaziature interne al verso, impaginazioni a gradino: e poi anche parentesi, corsivo ecc.) che tendono ad isolare ogni singola ‘linea’ o frammento di essa come unità in certa misura autosufficiente." (dalla nota di Marco Berisso).

avere un aquilone a due corde (potrei forse alzarmi)
il drago nell’acqua le forme del drago nell’acqua

il corpo che ruota (un piacere incavato)

prepararsi nel fondo della sabbia / imitare le forme dell’acqua

misurala come puoi togliti il cappotto e misurala col corpo

sordamente
sprofonda il minimo articolare
stati di veglia e generazioni glaciali
salire o aspettare toccare il campo

avere le parole giuste sbagliare con le parole
cercare i punti di forza
galleggiare come l’aquilone

(non c’è certezza nel riparare
nella riparazione c’è qualcosa di molto rotto
di slegato congelato tagliato raffermo
c’è qualcosa di molto rotto
voglio dire che il centro è diverso dal lato
la riparazione è macerazione)

sporcarsi la faccia di nero
sedersi ad un tavolino in stazione

 
 
assaggia il libro spiacente, il trailer
di questo libro non è disponibile
cerca la libreria più vicina a casa tua cerca la libreria più vicina a casa tua
aqcuista il libro online su Internet Bookshop Italia acquista il libro online su IBS
vai alla pagina degli acquisti per ricevere il libro a casa tua
vai alla pagina dell'ufficio stampa contatta l'ufficio stampa
 
l'autore
Florinda Fusco
(Bari, 1972)

Attualmente è dottoranda di ricerca in italianistica presso l’Università di Napoli con una tesi filologica sulla poesia di Edoardo Cacciatore. Suoi testi poetici e critici sono apparsi in “Origini”, “Poetiche”, “l’immaginazione”, “Il Vascello di Carta”, “Leggere Donna”, e nei volumi Lessico novecentesco (Laterza 2000) e Ákusma. Forme della poesia contemporanea (Metauro 2000). linee è la sua prima opera pubblicata.a Bari, dove vive, nel 1972. Attualmente è dottoranda di ricerca in italianistica presso l’Università di Napoli con una tesi filologica sulla poesia di Edoardo Cacciatore. Suoi testi poetici e critici sono apparsi in “Origini”, “Poetiche”, “l’immaginazione”, “Il Vascello di Carta”, “Leggere Donna”, e nei volumi Lessico novecentesco (Laterza 2000) e Ákusma. Forme della poesia contemporanea (Metauro 2000). linee è la sua prima opera pubblicata.a Bari, dove vive, nel 1972. Attualmente è dottoranda di ricerca in italianistica presso l’Università di Napoli con una tesi filologica sulla poesia di Edoardo Cacciatore. Suoi testi poetici e critici sono apparsi in “Origini”, “Poetiche”, “l’immaginazione”, “Il Vascello di Carta”, “Leggere Donna”, e nei volumi Lessico novecentesco (Laterza 2000) e Ákusma. Forme della poesia contemporanea (Metauro 2000). linee è la sua prima opera pubblicata.  
presentazioni
news
scopri come fare il tuo libro
area riservata ai lettori di ZONA
area riservata agli autori di ZONA
come pubblicare un libro per ZONA
area riservata ai sigg. librai
area riservata ai sigg. docenti
area riservata ai sigg. giornalisti
richiedi la newsletter
scrivi una email
 
 

  Editrice ZONA di Piero Cademartori - P. IVA 00021220991 - C.F. CDM PRI 58A22 C621B
via dei Boschi, 244/4 - località Pieve al Toppo - 52040 Civitella in Val di Chiana (Arezzo)     
tel/fax 0575.411049 - mobile 338.7676020 - www.editricezona.it - info@editricezona.it