Home Page Un ricordo di Luigi Bernardi
  zona catalogo acquisti eventi librerie distribuzione

musica
narrativa
spettacolo
poesia
saggi
formazione
guide & turismo
solidarietÓ
catalogo per autori
acquista i nostri libri online su Internet Bookshop Italia
cerca la libreria pi¨ vicina a casa tua
vuoi ricevere i libri a casa tua, senza spese postali?
crediti e contatti
ufficio stampa
news
'O BOX comunicazione & servizi X musica & cultura
 
il libro / narrativa  
IL MALE STANCO. Alcuni omicidi quotidiani e quello che ci dicono, di Luigi Bernardi

IL MALE STANCO
Alcuni omicidi quotidiani e quello che ci dicono
di Luigi Bernardi

ZONA 2003
pp.160 - EURO 16
ISBN 88 87578 66 4

Collana L'ITALIA CRIMINALE
coordinata da Caterina Spina


 
"Venti assurde storie di cronaca italiana, su alcune delle quali hanno tambureggiato i media, che Luigi Bernardi intreccia con lucidità necroscopica, spezzandole e riprendendole in un montaggio mozzafiato, proprio come nei film di Tarantino: riflessione sociale travestita da splatter-story, cronaca pura elettrizzata dal segno narrativo." (Enzo Mansueto, Rockerilla)

"Quanti hanno ceduto, negli ultimi tempi, al fascino commerciale e mondano dei serial killer farebbero bene a immergersi nelle pagine de Il male stanco." (Tommaso De Lorenzis, L'Unità)

La cronaca ogni giorno ci riferisce casi dolorosi, storie disperate, spesso maturate in ambito familiare, o tra amici e vicini di casa, tra persone che si incontrano casualmente o che invece dividono un legame. Sono in aumento, nel nostro Paese, i cosiddetti “delitti di prossimità”, ovvero i delitti familiari e d'impeto, tra gente di ogni età e gruppo sociale. La casistica è andata via via assumendo l'andamento di un vero e proprio "fenomeno", che ci interroga sul senso di azioni così violente ed estreme di fronte alle crisi personali più comuni. L'omicidio diviene, in questi casi, "soluzione" ai conflitti e ai problemi del vivere di uomini e donne (spesso dall'esistenza del tutto regolare) annegate in un delirio di fantasie solitarie e angosciose, che nessuno - talvolta nemmeno le persone più care - sembrano in grado di cogliere. Secondo Luigi Bernardi - scrittore, traduttore e giornalista bolognese, grande esperto di crimini e delitti - alla base della maggioranza di questi omicidi c’è un “male stanco”, che agisce sì in termini di forza cieca e brutale ma - paradossalmente - si misura soltanto con la propria debolezza, non meno devastante e crudele.

Il male stanco. Alcuni omicidi quotidiani e quello che ci dicono
inquadra quello che ci sta succedendo intorno. In sette capitoli, Luigi Bernardi racconta - con lo stile del romanziere, la ricchezza informativa del giornalista, l’analisi attenta dello studioso - una ventina tra gli omicidi “quotidiani” più efferati degli ultimi tre anni, alcuni notissimi - come ad esempio quello di Desirée Piovanelli, o della giornalista calabrese Maria Rosaria Sessa - altri meno. E tenta un ragionamento lucido e impietoso sulle cause di tutto questo. Si tratta, secondo Bernardi, di una sconcertante follia diffusa, figlia del pensiero unico, di fronte alla quale crollano gli assunti di ogni scienza. Psicologia, criminologia, sociologia, diritto, sono alle corde, di fronte al moltiplicarsi di queste storie maledette. Ma, prima di ogni opinione, vengono i fatti, e questo è un libro di storie: per ciascuno dei tanti delitti raccontati, Bernardi non ci risparmia proprio nulla, neanche i dettagli più freddi e taglienti. Quelli che preferiremmo non vedere mai, per non pensare.
 
 
assaggia il libro spiacente, il trailer
di questo libro non è disponibile
cerca la libreria più vicina a casa tua cerca la libreria più vicina a casa tua
aqcuista il libro online su Internet Bookshop Italia acquista il libro online su IBS
vai alla pagina degli acquisti per ricevere il libro a casa tua
vai alla pagina dell'ufficio stampa contatta l'ufficio stampa
 
l'autore
Luigi Bernardii
(Ozzano nell'Emilia, Bologna, 1953 / Bologna, 2013)

  Scrittore, giornalista, traduttore e consulente editoriale, ha vissuto e lavorato a Bologna, città di cui ha raccontato storie e memoria in Macchie di rosso (Zona, 2002). Ha creato e diretto case editrici, riviste, collane di libri e fumetti. Ha scritto alcuni libri sui rapporti fra crimine e contemporaneità: A sangue caldo (DeriveApprodi, 2001), Pallottole vaganti (DeriveApprodi, 2002), Il male stanco (Zona, 2003). Suoi racconti sono in varie antologie, fra cui: In fondo al nero (Mondadori, 2003), Duri a morire (Flaccovio, 2003), Lama e trama 1, 2 e 3 (Zona, 2004-2006), Le ombre della città (Mondadori, 2005), Caffè Killer (Morganti, 2006). Come narratore ha pubblicato un libro per ragazzi, raccolte di racconti, i romanzi della trilogia criminale Atlante freddo (Vittima facile, Rosa piccola, Musica finita, Zona, 2003-2005), oggi raccolti in unico volume, e vari romanzi con diverse case editrici.  
 
scopri come fare il tuo libro
area riservata ai lettori di ZONA
area riservata agli autori di ZONA
come pubblicare un libro per ZONA
area riservata ai sigg. librai
area riservata ai sigg. docenti
area riservata ai sigg. giornalisti
richiedi la newsletter
scrivi una email
 
 

  Editrice ZONA di Piero Cademartori - P. IVA 00021220991 - C.F. CDM PRI 58A22 C621B
via dei Boschi, 244/4 - località Pieve al Toppo - 52040 Civitella in Val di Chiana (Arezzo)     
tel/fax 0575.411049 - mobile 338.7676020 - www.editricezona.it - info@editricezona.it